Dermatologo Info – Trattamenti per la pelle

dermatologo examining patient's skin

Thinkstock

Visitare un dermatologo può fare miracoli per la tua pelle, ma può anche significare che stai aspettando qualche sorpresa. Mentre non è sempre il caso, alcuni medici non ti offrono tutte le informazioni che hanno su trattamenti e procedure. “Non possono dirti tutte le cose che possono andare storte perché sono a corto di tempo e ti spaventeranno”, dice Neal Schultz, MD, dermatologo medico e cosmetico di New York e membro dell’American Accademia di Dermatologia. Cosa potrebbe trattenere il tuo dottore? Scopri i seguenti otto segreti che i dermatologi tendono a tenere per sé.

1. Le rimozioni di talpe semplici possono andare storte.

Quando si tratta di effetti collaterali anche delle procedure più banali come la rimozione delle talpe, la maggior parte dei dermatologi menziona solo ciò che è più applicabile al paziente, afferma il dott. Schultz. “I medici filtrano ciò che pensano sia irrilevante”, dice. Quindi il tuo MD potrebbe non prepararti a effetti collaterali rari, come contrarre lo stafilococco carnivoro, che, abbastanza spaventoso, può accadere. Ma non c’è motivo di preoccuparsi poiché la maggior parte degli effetti collaterali sono estremamente rari, spiega il dott. Schultz.

2. I trattamenti laser non sono perfetti.

Sebbene i dermatologi apprezzi i benefici del laser, potrebbero non menzionare alcuni fatti importanti che potrebbero farti riconsiderare il trattamento. Ad esempio, “il resurfacing laser richiede più tempo per riprendersi rispetto a quanto si aspettano i pazienti”, afferma Debra Jaliman, MD, autore di Regole della pelle e un membro dell’American Academy of Dermatologists. Anticipare alcuni stillicidio e decolorazione della pelle dopo il trattamento. E i risultati desiderati potrebbero non apparire in realtà per ben 10 giorni, dice lei. Inoltre, l’uso di laser su una pelle più scura può causare una decolorazione di lunga durata.

3. Puoi (e dovresti!) Aumentare la tua salute della pelle da casa.

Non sono tutte le prescrizioni e le piccole correzioni della pelle che possono mantenere il tuo derma epidermide. Molti dermatologi non dicono ai loro pazienti cosa possono fare al di fuori dell’ufficio per aiutare la loro pelle a brillare. “Mi piace parlare di come la dieta possa contribuire alla salute della pelle”, afferma il dott. Jaliman. Cosa mettere nel menu? Sgranocchiare frutta e verdura e bere il tè verde perché sono buone fonti di antiossidanti, che proteggono la pelle dai danni del sole.

4. I risultati della procedura prevista potrebbero essere migliori dei risultati finali.

“Alcuni medici esagerano i benefici della procedura”, afferma il dott. Schultz. Il suo ufficio dice ai pazienti che i risultati sono leggermente peggiori del risultato previsto per gestire le aspettative. In altre pratiche, i medici potrebbero dire tutti delle tue rughe scompariranno dopo una procedura piuttosto che dirti che il miglioramento del 60% è più probabile, spiega. Prima di impegnarsi in una procedura, assicurarsi che il medico non sia eccessivamente promettente sui risultati. Se lei garantisce un risultato perfetto, ottieni una seconda opinione.

5. I prodotti in ufficio possono farti guadagnare i soldi dal medico.

Quei prodotti nell’ufficio del derm? A volte sono un altro flusso di entrate per il dottore. “Non tutti i pazienti sono consapevoli del fatto che alcuni derma traggono profitto dai prodotti venduti nel loro ufficio”, afferma il dott. Jaliman. Tuttavia, molti articoli venduti in ufficio sono appositamente formulati e non disponibili altrove, aggiunge. Prima di estrarre la carta di credito, fai una rapida ricerca su Google per verificare se lo stesso prodotto è disponibile per meno online.

6. L’assicurazione non è sempre accettata.

Alcune pratiche di dermatologia, in particolare quelle che offrono un vasto elenco di procedure cosmetiche, si aspettano di pagare di tasca propria prima di presentare la propria documentazione per il rimborso assicurativo. Questo tipo di accordo sta diventando più comune perché è difficile per le pratiche mediche trattare con gli assicuratori, afferma il dott. Schultz, che chiede ai pazienti di presentare le proprie richieste agli assicuratori. “I pazienti ci pagano per il nostro servizio e vengono rimborsati dall’assicurazione per i servizi idonei”, spiega. Trattamenti comuni per i quali dovrai coprire i costi: rimozione di cirripedi, etichette cutanee, angiomi (escrescenze cutanee benigne) e milia (protuberanze bianche profonde), spiega Cynthia Bailey, MD, un dermatologo a Sebastopol, in California. Verifica con il tuo assicuratore che un servizio che stai considerando sia coperto dal piano prima di iscriverti alla procedura.

7. I trattamenti anti-età possono attivare l’herpes labiale.

I pazienti che subiscono peeling chimici, trattamenti laser e resurfacing della pelle possono avere una sorpresa sgradita dopo il servizio. “Molte persone ospitano il virus dell’herpes laborafico attorno alle loro labbra e le terapie possono attivarlo allo stesso modo di una scottatura solare o di una febbre”, afferma il dott. Bailey. Ma non tutti i medici avvertono i pazienti di questa potenziale complicazione. Anche se la reazione non è comune, è meglio portare una storia di herpes labiale al proprio medico prima del trattamento. In questo modo, lei può prescrivere farmaci preventivi per la cura del freddo, aggiunge il dottor Bailey.

8. Non tutti gli esperti della pelle hanno lo stesso allenamento.

Anche se pensi di vedere un dermatologo, potrebbe non essere il caso. “Molti” esperti di pelle “dei medici non sono dermatologi e fa la differenza nelle tue cure”, spiega il dott. Bailey. Diventare un dermatologo richiede altri cinque anni di formazione e di residenza, ma è possibile che i medici generici si concentrino sulla pelle senza quegli anni di lavoro in più, spiega. “Ci vuole così tanto tempo per diventare un dermatologo perché la pelle è così complessa”, dice. Scava nel fondo del tuo medico. Se non è un membro dell’American Academy of Dermatology, un’associazione di categoria che conta come membri il 98% dei dermatologi statunitensi, dovrebbe sollevare una bandiera rossa.