I genitori sono entusiasti di tenere i gemelli con sindrome di Down dopo che i genitori adottivi sono tornati indietro

Questa famiglia di otto non si aspettava due aggiunte alla famiglia, ma non potevano essere più felici dell’arrivo di Charlie e Milo, gemelli con grandi sorrisi radiosi.

Quando i genitori Julie e Dan McConnel di Boise, Idaho, hanno saputo che i loro gemelli non ancora nati avevano la sindrome di Down, hanno pensato di metterli in adozione, secondo il Daily Mail. Ora i genitori stanno allevando i loro figli e condividono la loro storia nella speranza che più persone abbiano compassione verso i bambini con disabilità.

Julie, una madre di sei figli tra cui il suo recente gruppo di gemelli, sapeva che c’era la possibilità che avrebbe dato alla luce più bambini e / o avere un figlio disabile quando era rimasta incinta a 45 anni, quindi ha subito una serie di test per determinare la salute dei bambini.

“La procedura è stata snervante e gli ultrasuoni hanno già mostrato diversi problemi, tra cui macchie sul cuore e accumulo di liquido extra, quindi non siamo stati sorpresi quando abbiamo ricevuto la notizia due settimane dopo che entrambi i ragazzi avevano la sindrome di Down “disse Julie. “Eppure, è stato un giorno terribile e nei mesi successivi il momento più stressante e doloroso della nostra vita.”

Sapere che i propri figli avrebbero bisogni speciali e che sarebbe particolarmente difficile prendersi cura di loro come genitori anziani, i McConnel pensavano di metterli in adozione. Hanno trovato una coppia interessata a crescere i ragazzi, ma poi la famiglia adottiva non ha mai completato i documenti.

Più o meno nello stesso periodo, Julie e Dan hanno partecipato a un picnic ospitato dalla locale associazione della sindrome di Down, dove hanno incontrato diversi genitori di bambini con il disturbo genetico. Queste famiglie hanno incoraggiato la coppia ad allevare i loro figli. “E ‘stato difficile per me sentirlo tutto quando ero incinta, ma ho imparato esattamente quello che mi hanno detto, cioè che non è spaventoso”, ha detto Julie. “Ami i tuoi figli, non importa cosa, quando alla fine abbiamo deciso che non avremmo lasciato che la nostra paura si frapponesse sulla nostra strada, è stato facile prendere la nostra decisione”.

Erano entusiasti quando i bambini sono nati. “Ora che ho Charlie e Milo, ho più compassione di quanto avessi mai fatto prima,” disse Julie. “È difficile immaginare la vita senza di loro, ma penso che mi mancherebbero ogni giorno se avessimo deciso di non tenerli”.

L’unica paura di Julie ora è che saranno rifiutati o maltrattati da adulti un giorno. Spera che saranno amati e apprezzati in ogni fase della loro vita: “So che non tutti si sentiranno in questo modo verso di loro, ma sono anche grato di vivere in un mondo in cui le persone con sindrome di Down hanno più opportunità di loro” Ho sempre sperato che condividendo la nostra storia potessi aprire un po ‘gli occhi della gente “.

(h / t Daily Mail)

Like this post? Please share to your friends:
Leave a Reply

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

1 + 5 =

map